Manifesto Case della Comunità


Carissimi,

dopo la nostra ultima Assemblea Generale nella quale è stato approvato all’unanimità il progetto della Casa della Comunità unitamente alle azioni conseguenti, il Comitato Direttivo ha messo a punto e approvato il Manifesto che trovate allegato per il quale contiamo sulla vostra adesione.

Il momento è molto delicato e le scadenze sono ormai imminenti dato che i provvedimenti applicativi del PNRR e dell’utilizzo dei relativi fondi dovranno essere approvati nei prossimi 3 / 4 mesi e i segnali che arrivano da diversi fronti non vanno certo nella direzione di realizzare una Casa della Comunità come la intendiamo noi.

Le corporazioni, in primis le organizzazioni mediche come la FIMMG, la sanità privata, alcuni organismi tecnici spingono per una impostazione esclusivamente sanitaria (il poliambulatorio), addirittura estremizzando una visione mercantile che sottrarrebbe le Case della Comunità a un processo di partecipazione dal basso che, invece si dovrebbe basare su una visione della salute come bene comune.

Per questo è necessaria una mobilitazione che veda un impegno forte della società civile, associazioni e cittadini, al fine di mettere in campo una pressione che non possa essere ignorata: apriamo così una campagna per le Case della Comunità affinché  siano realizzate come vera innovazione del sistema di welfare, come autentico potenziamento della tutela della salute nei territori, a partire dai bisogni e non dai servizi e dove si realizza finalmente una concreta integrazione socio-sanitaria capace di accogliere le persone soprattutto quelle più fragili.

È urgente la sottoscrizione del Manifesto e per farlo è sufficiente andare sul sito https://www.primalacomunita.it/manifesto.

Scorrendo il testo, al termine, c’è la possibilità per chiunque di inserire Nome e Cognome, eventuale organizzazione rappresentata e cliccare su SOTTOSCRIVI

Stiamo coinvolgendo diverse organizzazioni, a livello nazionale e locale, ma è molto importante che i nostri soci siano tra i primi sottoscrittori perché è un percorso che abbiamo costruito insieme in questi due anni di attività e nel quale crediamo fortemente.

Chiediamo a tutti voi di farvi parte attiva nel diffondere il Manifesto e raccogliere adesioni: la possibilità di ascolto passa anche dalla nostra capacità di dire che le idee e gli spazi per il cambiamento hanno voce concreta nella società civile, condizione per contribuire a innovare dal basso e in modo partecipato.

E, come già detto, serve farlo velocemente per essere parte del dibattito in corso….

Grazie a tutti, un caro saluto.

Don Virginio Colmegna

Presidente

Ass. Prima la Comunità

Il Testo del Manifesto

Manifesto-Casa-della-Comunita

Lascia un commento