Clima, il Nobel Parisi ai parlamentari: “Finora governi non all’altezza. Crescita del Pil misura da superare. Se resta centrale, futuro sarà triste”

Il fisico insignito del riconoscimento è intervenuto alla riunione preparatoria della Cop26 a Montecitorio, lanciando un duro monito ai politici presenti che, ha sottolineato, devono “affrontare le problematiche e risolverle”. Il professore della Sapienza a margine dell’evento ha chiuso con una battuta: “Se mi aspetto che mi ascoltino? La speranza è l’ultima a morire”

Un duro attacco verso i governi, le cui azioni per affrontare la sfida dei cambiamenti climatici finora hanno dato risultati “estremamente modesti“. Ma anche una sollecitazione ad agire in fretta e, soprattutto, a cambiare “misura per l’economia”, superando il prodotto nazionale lordo che, “se rimarrà al centro dell’attenzione”, porterà a “un futuro triste”. Il premio Nobel per la Fisica, Giorgio Parisi, nel suo intervento alla Camera per la riunione preparatoria alla Cop26, ha “bacchettato” i parlamentari presenti

Leggi l’articolo alla fonte su Il fatto quotidiano

Lascia un commento