Vai al contenuto

Dopo aver ordinato la chiusura di Memorial, uno dei più antichi gruppi per i diritti civili in Russia, le autorità russe vogliono liquidare la più grande organizzazione LGBT+ del paese.

  • di

Il Russian LGBT Network è un movimento interregionale che rappresenta varie iniziative e attivisti LGBT+ in tutto il paese. Senza di esso, centinaia di vite LGBT+ non sarebbero state salvate dalla repressione anti-LGBT+ in Cecenia dal 2017.

In oltre 15 anni, da quando ha iniziato il suo lavoro nel 2006, il Russian LGBT Network ha fornito assistenza legale e psicologica alle persone LGBT+ in tutto il paese, ha sostenuto varie iniziative e organizzazioni e ha prestato assistenza in situazioni di crisi. Inoltre, ha dato un contributo significativo al superamento dell’omofobia, bifobia e transfobia nella società russa.

Il Russian LGBT Network, le sue iniziative e i suoi attivisti sono stati costantemente presi di mira con minacce, provocazioni e campagne di diffamazione. Nel novembre del 2021, il Russian LGBT Network è stato etichettato come ‘agente straniero’, ma le autorità russe hanno ora portato i loro attacchi a un livello completamente nuovo: hanno iniziato un’azione legale per liquidare definitivamente la Charitable Foundation Sphere, organizzazione che gestisce tutti i programmi del Movimento, il che lascerebbe il Russian LGBT Network in gran parte senza la possibilità di svolgere il suo lavoro.

Il Ministero della Giustizia russo sostiene che la fondazione mira ad alterare le “basi morali della Federazione Russa” e cerca di “portare discordia nella società russa agendo in violazione della Costituzione del paese”. L’attività di aiutare le persone LGBT+, secondo il Ministero, non si allinea con i valori tradizionali russi.

La politica del Cremlino di fare pressione sulla società civile ha già portato alla chiusura di un certo numero di centri di ricerca, organizzazioni per l’HIV, progetti legali e giornalistici, ONG che assistono le vittime di violenza domestica e i sopravvissuti alle repressioni statali. E nel dicembre 2021, Memorial, una delle organizzazioni per i diritti umani più rispettate del paese, è stata chiusa dalle autorità.

La liquidazione dell’organizzazione che gestisce tutti i programmi del Russian LGBT Network porterebbe alla cessazione di tutto il suo lavoro, lasciando senza sostegno coloro che contano sulla loro assistenza. Sarebbe anche un chiaro segnale inviato dalle autorità alla società civile che qualsiasi attivismo LGBT+ è tabù.

Questo è un chiaro attacco contro l’intero movimento per i diritti umani in Russia, incluso il movimento LGBT+.

Ti invitiamo a firmare questa petizione per aiutare la più grande organizzazione LGBT+ in Russia a sopravvivere!

Sostieni la Charitable Foundation Sphere

Sostieni i programmi del Russian LGBT Network

Sia la Charitable Foundation Sphere che il Russian LGBT Network sono riconosciute come agenti stranieri dal Ministero della Giustizia russo. Siamo obbligati a specificarlo secondo la legge russa.

(Visited 28 times, 1 visits today)

Lascia un commento