Vai al contenuto

Culle vuote

  • di
Image   Il Regno dei libri – Libri del Regno   Culle vuote     L’Italia è esperta di crisi. Quella politica ne è un esempio. Tuttavia il Belpaese – lo sappiamo – «si trova da troppo tempo in una profonda crisi, più insidiosa di qualsiasi recessione economica o altro tipo d’emergenza. È la crisi demografica, dalla quale derivano forti implicazioni sulle nuove generazioni e sul benessere comune. Il succedersi delle generazioni è un elemento chiave della dinamica demografica. Sta alla base della capacità del genere umano di reinventarsi dandosi continuità nel tempo. Questa capacità non può essere data per scontata e sta oggi entrando in crisi come mai in passato, con inedite e profonde conseguenze sul futuro».   È l’incipit dell’ultimo libro di Alessandro Rosina, docente di Demografia e Statistica sociale alla Cattolica di Milano, che apre la rubrica delle recensioni del numero di luglio. Come afferma in Crisi demografica. Politiche per un paese che ha smesso di crescere (Vita e pensiero, Milano 2021), «La popolazione non è una entità astratta. È un insieme di storie di vita in relazione tra di loro e in continua tensione con le sfide del proprio tempo. La popolazione è il grande libro che contiene tali storie. Ciascuna generazione aggiunge il proprio capitolo e prima di chiuderlo predispone le pagine bianche che ospiteranno le vicende di quella successiva».   L’aver messo in dubbio la necessità di scrivere la propria pagina pone ai genitori di oggi e di domani una domanda seria alla cosiddetta «scelta» di avere un figlio e al suo significato più profondo. Forse la politica è inadeguata ma anche la riflessione. Forse è opportuno rileggere quanto scriveva il teologo Angelini nel suo Il figlio. Una benedizione, un compito (sempre per Vita e pensiero) nel lontano 1991…  

(Visited 30 times, 1 visits today)

Lascia un commento