Vai al contenuto

L’appello di una madre al Servizio sanitario pubblico

  • di

Petizione di Laura Criscione, madre di Lorenzo.

Change.org Ho lanciato questa petizione perché non so più che fare per salvare mio figlio. Sono Laura, vivo a Ragusa, Sicilia e ho due bambini. Mio figlio Lorenzo, 4 anni, da più di due anni soffre di ipertrofia adenoidea, che gli causa pericolose apnee notturne. Infatti, si risveglia durante la notte facendosi sempre la pipì addosso, fa così fatica a respirare che la sua postura e la sua arcata dentaria si stanno compromettendo. Da giugno del 2021 è stato messo in lista d’attesa per essere sottoposto ad intervento di adenoidectomia, unica soluzione, ma ad oggi io non ho ancora saputo nulla e ogni volta che chiamo l’ospedale mi dicono che operano solo le emergenza e non hanno sedute operatorie per i bambini. Com’è possibile che la sanità italiana faccia soffrire un bambino di 4 anni, senza considerarla un’emergenza?  Mio figlio non respira e per questo chiedo alla direzione sanitaria di Ragusa: dov’è il diritto alla salute di mio figlio? Mi aiuti? Petizione di Laura Criscione. Sono Laura, mamma Ragusana di due bambini. Mio figlio Lorenzo ha quasi quattro anni e mezzo, e da più di due anni soffre di ipertrofia adenoidea.  Da giugno del 2021 Lorenzo è stato messo in lista d’attesa per essere sottoposto ad intervento di adenoidectomia, perché ritenuta l’unica soluzione ,in quanto tutte le possibili cure prescritte e attuate non sono state efficaci. È da due anni infatti,che soffre di apnee notturne, si risveglia durante la notte facendosi sempre la pipì addosso, fa così fatica a respirare che la sua postura e la sua arcata dentaria si stanno compromettendo. Si sveglia stanco e irritabile. Neache nel periodo estivo ha avuto tregua e stiamo andando avanti a somministrazione di cortisone ogni due settimane. È da più di un anno che circa una volta al mese sollecito gli otorini per conoscere lo scorrimento della lista d’attesa , e ogni volta mi viene data la stessa risposta: “Operiamo solo le emergenze, non abbiamo sedute operatorie per i bambini”. Questa situazione a mio avviso è inaccettabile! Non è possibile che ,quello che è definito dagli stessi otorini un semplice intervento di routine, non possa essere più effettuato!  Se questa situazione non dovesse sbloccarsi, sia mio figlio che gli altri bambini della nostra provincia, rischiano di avere compromesso il loro diritto alla salute oggi e le relative conseguenze nel tempo. Rivolgo quindi questa petizione alla direzione sanitaria dell’ASP 7 di Ragusa,  affinché il problema descritto venga al più presto preso in seria considerazione e risolto! Mia intenzione, è quella di non fermarmi, in questa protesta fin quando mio non respirerà normalmente!     Firma con un solo click Visita la pagina della petizione Change.org La persona (o l'organizzazione) che ha cominciato questa petizione non è affiliata a Change.org. Change.org non ha creato questa petizione e non è responsabile per il contenuto della petizione.
(Visited 287 times, 1 visits today)

Lascia un commento