Vai al contenuto

LETTERA APERTA a difesa del SERVIZIO Sanitario Nazionale PUBBLICO

  • di

                      LETTERA APERTA a difesa del SERVIZIO Sanitario Nazionale PUBBLICO

Associazione di volontariato ODV – Bologna

Registro provinciale del volontariato P.G. 109724/01

C.F. 91211470371 – cell. 340 4856948

e-mail: dirsenbar@yahoo.it

I rappresentanti dell’associazione scrivente sono preoccupati dell’esternazione del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini relativamente alle dichiarazioni che ha rilasciato in occasione del 44 anniversario della promulgazione della legge 833, istitutiva del SERVIZIO Sanitario Nazionale avvenuta il 28 dicembre 1978.         
Il Presidente ha dichiarato che è fuori discussione la dismissione del SISTEMA Sanitario Nazionale,
che deve rimanere pubblico. Ha evidenziato che: ci vogliono più finanziamenti per il SISTEMA Sanitario Nazionale; che i bisogni di sanità sono aumentati, mentre il personale diminuisce; che è necessario superare il numero chiuso per la facoltà di medicina; che per la salute mentale ci vuole più personale qualificato. Ha elencato le varie storture laddove la sanità non è pubblica. Tutte cose ovvie e condivisibili. Però in tutta l’esposizione ha continuamente usato l’espressione SISTEMA Sanitario Nazionale, anziché SERVIZIO Sanitario Nazionale.                                                                                                                                                                                                      La nostra preoccupazione è aumentata quando sentiamo che la stessa parola SISTEMA viene espressa anche dalla consigliera comunale del Comune di Bologna Roberta Toschi, responsabile della Sanità del Partito Democratico.

Dato che le parole hanno un significato ben preciso, crediamo che non sia frutto di
un errore se è stata usata la parola SISTEMA anziché SERVIZIO.    
Per Sistema s’intende un’organizzazione sanitaria di servizi sanitari pubblici ed il privato accreditato e/o esternalizzato, quindi una Sanità che non è più prettamente pubblica, come prevede la legge 833/78, ma vede al suo interno anche la sanità privata accreditata e/o esternalizzata.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   La preoccupazione del connubio viene dalla nostra ultra trentennale esperienza sul campo, dove abbiamo constatato che i servizi, nello specifico della salute mentale e per gli anziani non autosufficienti, perciò malati fragili, forniti dai privati accreditati e/o esternalizzati non tengono per nulla conto delle necessità di cura del malato, e che l’organizzazione della struttura, ed ovviamente del personale, è tutta improntata al massimo profitto. Soddisfare i bisogni di cura del malato è secondario; al primo posto si mette il profitto.          
Pare evidente che ci troveremo con una sanità pubblica sempre più povera con servizi meno efficienti ed efficaci, e con i malati che vogliono giustamente curarsi adeguatamente, solo coloro che ne avranno la possibilità e che si troveranno affetti da una patologia appetibile per il privato, si rivolgeranno a quest’ultimo.

Quindi il SISTEMA Sanitario Nazionale che il Presidente Bonaccini intende difendere non è di Sanità PURA Pubblica, ma è un ibrido che contestiamo anche per la maggior spesa a carico dei contribuenti, senza offerta di alcun vantaggio: ci troveremo a dover pagare anche il profitto dei privati accreditati e/o esternalizzati a tutto svantaggio dei malati, in particolare i malati fragili.    

VIVA IL

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PUBBLICO

                              ABBASSO IL                                
SISTEMA SANITARIO NAZIONALE

Stampato in proprio – Bologna, 29 dicembre 2022

(Visited 33 times, 1 visits today)

Lascia un commento