Vai al contenuto

Giornata internazionale della donna: garantire a tutte le bambine e alle donne del mondo uguali diritti!!!

  • di
di ActionAid
oggi è la Giornata internazionale della donna, un’occasione per affermare a gran voce che è ancora tanta la strada da fare per garantire a tutte le bambine e alle donne del mondo uguali diritti.

Come quello di scegliere per sé stesse una vita dignitosa e, soprattutto, libera dalla violenza. E tra tutte le violenze che le donne ancora subiscono, vorrei parlarti di quella del matrimonio precoce.
Mim - Bangladesh Oggi sono 33.000 le bambine costrette a sposarsi contro la loro volontà.

Bambine come Mim, che vive in Bangladesh e da grande vorrebbe fare la fotografa. Oppure come Maryam, che vive in Nigeria, il Paese con il più alto tasso di matrimoni precoci al mondo.
Maryam Nigeria
Mim e Maryam vivono molto lontane tra di loro, ma hanno una cosa in comune: il rischio di essere date in sposa ancora bambine e di dover rinunciare agli studi e ai loro sogni, abbandonando così l’opportunità di costruirsi un futuro libero.
La nostra azione contro i matrimoni precoci

Noi di ActionAid vogliamo porre fine alla pratica dei matrimoni precoci e alle loro conseguenze per donare a tutte le donne e bambine una vita libera da ogni tipo di violenza.

Da anni siamo impegnati in vari Paesi del mondo per contrastare questa triste pratica, attraverso:

      – campagne di sensibilizzazione nelle scuole
      – attività con le comunità
      – supporto legale e psicologico alle bambine promesse in sposa.
Un nuovo reparto di assistenza per le donne

Ci impegnamo per sostenere anche quelle donne che nella loro infanzia non si sono potute sottrarre a questo destino. È per loro che vogliamo costruire un reparto specializzato nella cura di patologie femminili nell’Ospedale di Gwarinpa, in Nigeria. Un luogo dove potranno trovare assistenza medica e psicologica le molte ragazze affette da patologie correlate a gravidanze precoci, che ad oggi non riescono a ricevere una cura per la mancanza di strutture adeguate nel Paese.  DONA ORA
(Visited 22 times, 1 visits today)

Lascia un commento