Vai al contenuto

Nei bambini la durata del sonno influenza il peso

  • di

Nei bambini la durata del sonno influenza il peso

Journal of Sleep Research DOTTNET | 03/04/2023 13:53

Lo rivela una ricerca pubblicata sul Journal of Sleep Research

I bambini che vanno a letto tardi nel week end sono più a rischio di sovrappeso: il loro girovita aumenta anno dopo anno. Lo rivela una ricerca pubblicata sul Journal of Sleep Research e condotto da Heli Viljakainen dell’Università di Helsinki, in Finlandia.   Ricerche precedenti suggeriscono che i bambini che dormono meno della quantità di sonno raccomandata per la loro età hanno maggiori probabilità di diventare sovrappeso, ma si sa meno sull’effetto dell’orario cui si va a letto.   I ricercatori finlandesi hanno preso le misure del corpo (peso, altezza, girovita etc) di oltre 10.000 bambini di età compresa tra i 9 e gli 11 anni, ai quali è stato chiesto di indicare le loro abitudini di sonno. La metà dei bambini è stata misurata nuovamente 2,5 anni dopo. Dalle misurazioni iniziali è emerso che i bambini che andavano a letto più tardi nei fine settimana rispetto alle notti infrasettimanali avevano un rapporto vita-altezza più alto rispetto a quelli con orari regolari durante tutta la settimana. Avevano anche un più alto indice di massa corporea, indice di sovrappeso. Andare a letto due ore più tardi nei fine settimana, per esempio, è stato associato a una circonferenza della vita maggiore di 2,4 centimetri e a un indice di massa corporea più alto di 0,32 nei bambini alti 148 centimetri. Andare a letto tardi nel fine settimana è stato associato anche a un aumento del peso durante il periodo di monitoraggio del campione di 2,5 anni.    Ad esempio, i bambini di 11 anni che andavano a letto due ore più tardi nei fine settimana rispetto alle notti infrasettimanali avevano un aumento di 0,6 centimetri in più del girovita dopo 2 anni e mezzo rispetto ai partecipanti con orari regolari. Il fatto di rimanere svegli nei fine settimana è stato collegato anche a un aumento di peso eccessivo negli adulti.   Spesso significa fare uno spuntino notturno, dormire fino a tardi al mattino e consumare pasti ad orari ritardati nei giorni successivi, spiega Cedernaes. Il nostro corpo non metabolizza bene il cibo al di fuori dei normali orari dei pasti.  Si dovrebbe incoraggiare i bambini ad andare a letto alla stessa ora ogni sera durante tutta la settimana, consigliano i ricercatori. Limitare il tempo trascorso di fronte a TV, smartphone e tablet e incoraggiare l’attività fisica diurna.

(Visited 36 times, 1 visits today)

Lascia un commento