Vai al contenuto

Un’imposta fino al 5% sugli ultra-ricchi farebbe uscire dalla povertà 2 miliardi di persone

  • di

AVAAZ

Negli ultimi anni, l’1% più ricco ha accumulato il doppio delle ricchezze del 99% del resto del mondo.

Elon Musk ha pagato per anni una aliquota fiscale effettiva del 3% circa, mentre una commerciante di riso in Uganda pagava il 40%. Lei vive con 80 dollari al mese e Musk con 180 MILIARDI!

C’è una soluzione chiara per sanare questa disuguaglianza: dobbiamo tassare i ricchi. E ora ne abbiamo l’occasione. Il presidente degli Stati Uniti Biden ha appena proposto una tassa epocale per i miliardari del suo Paese. Un’adeguata pressione pubblica potrebbe spingerlo a promuovere l’idea anche al prossimo incontro dei leader mondiali.

Con un’imposta fino al 5% sul patrimonio degli ultra-ricchi si potrebbe riscuotere abbastanza denaro per far uscire dalla povertà 2 miliardi di persone. Con un milione di firme potremo chiedere ai governi del G20 di tassare subito i ricchi: firma ora e Avaaz consegnerà il nostro appello prima dell’incontro, dove saranno presenti tutti i leader mondiali!
Unisciti all’appello per tassare i mega-ricchi!
C’è una grave ingiustizia alla base dei sistemi fiscali di tutto il mondo: si tassa il reddito dei cittadini ma non l’intera ricchezza dei mega-milionari e miliardari (i loro investimenti, azioni, yacht!!). Ma un’imposta sul patrimonio costringerebbe i miliardari a pagare per ciò che possiedono realmente.

Nel 2021, 137 paesi hanno concordato una nuova imposta globale per le multinazionali, che era impensabile solo pochi anni prima. Ma questo non è abbastanza, e il passo successivo è un’imposta sul patrimonio dei miliardari.

La Spagna ha recentemente adottato una tassa patrimoniale per aiutare le persone con redditi molto bassi, e il presidente Biden ha appena proposto di tassare il patrimonio degli americani più ricchi! Ora tutti i nostri governi devono impegnarsi a tassare i ricchi e un movimento globale come Avaaz può aiutare a realizzare questo obiettivo.

I 20 paesi più ricchi potrebbero accettare questa soluzione che cambierebbe il mondo. Ma devono sentire di avere un enorme sostegno pubblico. Firma questo appello che sta prendendo forza e il team di Avaaz si farà sentire dai leader chiave del vertice.
Unisciti all’appello per tassare i mega-ricchi!
Non smetteremo mai di lottare per il mondo che la maggior parte degli abitanti della Terra vorrebbe, anche quando per farlo dobbiamo fronteggiare i più potenti al mondo. Insieme, abbiamo sfidato le più grandi aziende farmaceutiche e della tecnologia e tenuto testa a Monsanto. Ora possiamo farcela anche con un piccolo gruppo di ultra-ricchi.

*Usiamo il termine “aliquota fiscale effettiva” riferendoci al termine coniato e ai calcoli effettuati da ProPublica (2021), e indichiamo quanto viene pagato annualmente in tasse rispetto alla crescita della ricchezza stimata durante quell’anno. L’aliquota fiscale effettiva di Elon Musk, basata sui dati trapelati dall’agenzia delle entrate statunitense, è stata in media del 3,27% tra il 2014 e il 2018.
 
Maggiori informazioni:
Super-miliardari: dal 2020 hanno guadagnato il doppio del resto del mondo messo assieme (Europa Today)
Sopravvivenza dei più ricchi: come dobbiamo tassare ora i super ricchi per combattere la disuguaglianza (Oxfam) (in inglese)
Davos, l’appello di 200 milionari ai leader: “La ricchezza estrema non è sostenibile, tassateci per aiutare chi non ce la fa” (Il Fatto Quotidiano)
Così i super ricchi come Bezos, Musk e Bloomberg pagano solo briciole di tasse  (Il Sole 24 Ore)
(Visited 23 times, 1 visits today)

Lascia un commento