Vai al contenuto

“L’Italia si faccia portavoce dei diritti delle donne”

  • di

di WeMove Europe

La violenza contro le donne si è intensificata negli ultimi anni, soprattutto durante la pandemia. Ma questo non ha portato a una migliore protezione delle donne o a un maggiore aiuto per le persone sopravvissute alla violenza di genere.

Le cose potrebbero cambiare nelle prossime settimane. A breve verrà discussa la prima legge dell’UE contro la violenza sulle donne e c’è ancora tempo per renderla il più ambiziosa possibile.

Migliaia di sostenitori e sostenitrici di WeMove hanno già firmato la petizione per sostenere questa legge. Sappiamo che l’Italia appoggerà questa nuova legge per proteggere le donne e le ragazze dalla violenza. Ma non tutti i Paesi dell’UE sono d’accordo.

Ecco perché, in questo momento, è così importante che l’Italia si faccia portavoce dei diritti delle donne. Mostriamo loro che centinaia di persone sostengono questa posizione e che abbiamo bisogno del loro aiuto. Invia un’e-mail o un tweet al nostro ministro della Giustizia e al rappresentante permanente dell’UE esortandoli a convincere gli altri Paesi ad adottare una legge ambiziosa per proteggere le donne e le ragazze. 

Scrivendo un messaggio ai tuoi rappresentanti, puoi dimostrare quanto siano importanti per te i diritti delle donne e delle ragazze. Sottolineando che il loro impegno per l’uguaglianza di genere non significa nulla senza azioni concrete e tangibili per porre fine alla violenza sessuale.

Questa legge garantirà che tutti i Paesi dell’UE dispongano di centri di crisi per le donne sopravvissute alla violenza, di misure di protezione per i bambini e di tutele per le persone con esigenze particolari.

Se ritieni che tutte le donne e le ragazze meritino gli stessi diritti, indipendentemente dal luogo in cui vivono, invia subito un tweet e/o un’e-mail al nostro ministro della Giustizia e al nostro rappresentante permanente presso l’UE!

Non è la prima volta che questa comunità riesce a convincere i governi della necessità di lottare per l’uguaglianza di genere. Grazie a persone come te, il Parlamento europeo ha recentemente sostenuto un trattato internazionale noto come la Convenzione di Istanbul, che mira a prevenire la violenza di genere, a proteggere le persone sopravvissute alla violenza di genere, e a punire i colpevoli.

Possiamo riuscirci di nuovo, Francesco domenico. Fai sapere ai tuoi rappresentanti che sei al fianco delle donne e che credi in un futuro migliore e più sicuro per tutte! Invia un’e-mail o un tweet ora!

Con speranza e determinazione,

Carmen (Madrid), Giulio (Roma), Manuel (Lanciano) e tutto il team di WeMove Europe

(Visited 6 times, 1 visits today)

Lascia un commento