Vai al contenuto

Inquinamento: Pianura Padana tra le peggiori in Europa

  • di

Inquinamento: Pianura Padana tra le peggiori in Europa, l’inchiesta sul Guardian

La Pianura Padana, quella vasta area del Nord Italia che comprende Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, è tra le peggiori in Europa per inquinamento atmosferico. Un’indagine pubblicata sul quotidiano britannico Guardian ha rilevato che più di un terzo delle persone che vivono in questa area respirano aria inquinata da particelle pericolose circa quattro volte superiore al limite delle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di Valentina Arcovio Sanità informazione Guardian

La Pianura Padana, quella vasta area del Nord Italia che comprende Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, è tra le peggiori in Europa per inquinamento atmosferico. Un’indagine pubblicata sul quotidiano britannico Guardian ha rilevato che più di un terzo delle persone che vivono in questa area respirano aria inquinata da particelle pericolose circa quattro volte superiore al limite delle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. In particolare l’inchiesta del giornale si è concentrata su Cremona. Mentre i vasti centri industriali di Milano e Torino sono da tempo noti per lo smog, Cremona, capoluogo di provincia con circa 60.000 residenti, è emersa come una delle città con la peggiore qualità dell’aria in Europa in una classifica pubblicata quest’anno dall’European Environment Agency (EEA).

Nel 2020 l’inquinamento dell’aria ha causato 50.033 morti premature in Italia

Secondo l’EEA, nel 2020 la cattiva qualità dell’aria sarebbe collegata a 50.303 morti premature in Italia. E mentre la maggior parte si è verificata a Milano, Cremona è stata la provincia italiana con la più alta percentuale di decessi – tra 150 e 200 ogni 100.000 residenti – attribuiti al particolato fine, il PM2.5. «Nessun organo del corpo è immune dal PM2.5», ha detto al Guardian Maria Grazia Petronio, rappresentante dell’ISDE, Associazione medici per l’ambiente. «Quindi abbiamo a che fare con tutti i tipi di cancro, malattie respiratorie, problemi di fertilità e anche malattie cardiovascolari. Quando il PM 2,5 è alto vediamo un aumento degli attacchi di cuore», ha aggiunto.

La Pianura Padana è un’area fortemente industrializzata

Fiancheggiata dalle Alpi e dagli Appennini, lontana dalla costa e con poco vento, la Pianura Padana è naturalmente più esposta all’inquinamento. Tuttavia, essendo la principale potenza economica dell’Italia, l’area è anche fortemente industrializzata e ad alta intensità agricola. La Lombardia produce enormi quantità di rifiuti animali, in gran parte concentrati negli allevamenti di Cremona e delle province limitrofe, mentre la regione produce oltre il 40% del latte italiano e ospita il maggior numero di suini. I problemi di inquinamento di Cremona sono dovuti anche a un’acciaieria vicino a Crotta d’Adda, a un vecchio inceneritore di rifiuti e al costante passaggio di veicoli pesanti.

«Si esita a intraprendere azioni forti contro l’inquinamento per il costo economico»

Ma mentre il problema dell’aria cattiva è noto da tempo, l’argomento, soprattutto quando si trattava di morti premature, è stato per lo più «spazzato sotto il tappeto». In realtà le condizioni atmosferiche stanno peggiorando, anche a causa del cambiamento delle condizioni climatiche. Sebbene le iniziative locali come le piste ciclabili e le restrizioni sui veicoli che emettono inquinamento abbiano contribuito in qualche modo a combattere lo smog nella Pianura Padana, «le autorità esitano a intraprendere azioni più forti poiché ciò comporterebbe un costo economico», sottolinea il giornale britannico.

(Visited 23 times, 1 visits today)

Lascia un commento