Vai al contenuto

Alopecia areata: ne soffrono 118mila italiani

  • di

Alopecia areata per 118mila italiani

AIPAF, DOTTNET

L’alopecia areata è una malattia autoimmune rara, colpisce il 2% della popolazione mondiale (circa 145 milioni), indipendentemente dal sesso, dal colore della pelle, dalle abitudini alimentari, dai comportamenti igienici e personali. Solo in Italia si stima che ne soffrano poco più di 117.900 persone, un dato “sottostimato” per medici e pazienti che chiedono di accendere i riflettori su una patologia poco nota e per questo non considerata, nonostante abbia un impatto notevole sulla qualità della vita di chi ne soffre, dei loro familiari, soprattutto quando interessa bambini, adolescenti e adulti.

L’alopecia areata è una patologia che può notevolmente influire sul benessere psicologico e sull’autostima delle persone che ne sono colpite. La sensibilizzazione e il sostegno ai pazienti rappresentano un aspetto fondamentale nell’affrontare questa sfida. Proprio per questo motivo da anni viene promosso l’Alopecia Areata Day, fortemente voluto dall’Aipaf, che lavora per tutelare i diritti e il benessere dei pazienti affetti da questa patologia. “L’impegno costante della nostra associazione nasce da un presupposto scientifico ed è volto a offrire un sostegno emotivo e a diffondere informazioni cruciali tra coloro che affrontano questa condizione – dichiara Cassia – Riconosciamo e siamo profondamente grati per il supporto offerto dalle istituzioni, poiché rappresenta un pilastro fondamentale per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla malattia, promuovere la ricerca scientifica e migliorare l’accesso alle terapie. Iniziative come questa rivestono un’importanza fondamentale nel diffondere la consapevolezza sulla nostra malattia, e siamo sinceramente riconoscenti alle istituzioni per il loro contributo”.

L’alopecia areata è una condizione autoimmune caratterizzata da un andamento cronico e recidivante, con una predisposizione genetica, che colpisce sia maschi che femmine in modo equo. Questa patologia presenta due picchi d’incidenza, uno in età pediatrica e l’altro tra i giovani adulti. Nonostante la sua manifestazione clinica generalmente non grave, l’Alopecia Areata può avere un impatto notevole sulla qualità della vita dei pazienti, dei loro familiari, soprattutto quando colpisce bambini, adolescenti e donne.

(Visited 62 times, 1 visits today)

Lascia un commento