Vai al contenuto

Aumentano le polmoniti nei giovani

  • di

Aumentano le polmoniti nei giovani

SIMIT, INFETTIVOLOGIA REDAZIONE DOTTNET | 04/01/2024 16:27

Le polmoniti causate dall’influenza tendono a complicarsi più frequentemente con sovrainfezioni batteriche, come quelle causate da Staphylococcus aureus o Pneumococco

L’influenza quest’anno sembra avere una patogenicità superiore rispetto agli altri anni e stiamo osservando più ricoveri per polmonite in pazienti sani e giovani.  In genere l’influenza decorre in maniera relativamente benigna con manifestazioni delle alte vie respiratorie. Invece quest’anno, in un numero di casi più alto del solito, si tende a sviluppare una polmonite influenzale che non è molto diversa da quella tipica del Covid-19. Alcuni di questi pazienti hanno bisogno del ricovero e in alcuni casi anche del ricorso alla terapia intensiva. Le polmoniti causate dall’influenza, inoltre, tendono a complicarsi più frequentemente con sovrainfezioni batteriche, come quelle causate da Staphylococcus aureus o Pneumococco.   Ancora non è chiaro se queste forme particolarmente severe siano dovute a un calo dell’immunità verso i virus dell’influenza dopo due anni di pandemia o a varianti virali più aggressive.

Tuttavia è importante riconoscere i segnali di allarme:”se si continua ad avere la febbre molto alta dopo 3-4 giorni e compare tosse con espettorato purulento, quella può essere una spia da non sottovalutare e occorre rivolgersi al medico e, semmai, verificare con una radiografia se è presente la polmonite.   La polmonite, anche se è la più severa, non è però l’unica complicanza dell’influenza: Stiamo osservando frequentemente una forma di spossatezza che si protrae per diverso tempo dopo l’infezione. È qualcosa di simile al long-Covid, ma tende a risolversi in due-tre settimane.    Quanto al Covid, nelle prime settimane invernali è circolato tantissimo, ma grazie alle vaccinazioni e all’immunità pregressa il suo impatto clinico è stato minore rispetto a quello che stiamo vedendo con l’influenza. I casi gravi di Covid si verificano soprattutto in persone fragili, immunodepresse, spesso senza richiamo vaccinale. In questo momento mi preoccupa più l’influenza che il Covid

(Visited 24 times, 1 visits today)

Lascia un commento