Vai al contenuto

Bambini spesso troppo coperti, in città come sulla neve

  • di

Bambini spesso troppo coperti, in città come sulla neve

PEDIATRIA REDAZIONE DOTTNET | 09/01/2024 14:16

“Spesso sono troppo coperti, vestiti in città come sulla neve”

L’arrivo di temperature più rigide non è un problema per i bambini più piccoli che, con le giuste precauzioni, “devono poter fare le loro passeggiate: non è certo una controindicazione farli uscire quando è più freddo fuori. Mi spaventa di più che i piccoli siano tenuti lungamente in un ambiente chiuso, magari con una temperatura che va abbondantemente sopra i 20 gradi, che è una cosa non fisiologica nel periodo invernale. Quindi i piccoli, “coperti bene rispetto al clima, devono poter assolutamente andare fuori all’aria aperta. In questo periodo non ci si ammala perché si è preso un po’ freddo, ma perché, nelle forme respiratorie, qualche altro essere umano ci trasmette l’agente infettivo. Vediamo che spesso i genitori hanno questi timori. ‘Coprilo altrimenti si ammala’, ‘tienilo dentro casa per non farlo raffreddare’. Sono frasi che sentiamo spesso rispetto al bambino. Ma non è così che ci si ammala. Il problema è il contagio. Quindi tenerlo a lungo in posti chiusi è più rischioso”.

Noi siamo un Paese mediterraneo, non abbiamo temperature estreme e anche le modalità con le quali devono essere coperti i bambini deve essere adeguata. L’esperienza del pediatra, però, evidenzia che i genitori italiani – “ma soprattutto le nonne” – tendono a coprire molto. In questo modo si crea una situazione sfavorevole. Il bambino suda e allora invece di proteggerlo dal freddo lo metto nella condizione di disagio dovuto al troppo caldo.

(Visited 16 times, 1 visits today)

Lascia un commento