Vai al contenuto

Mentre le guerre continuano e il debito italiano è arrivato a 3mila miliardi il governo è sempre meno antifascista

  • di
newsletter del 20 aprile 2024 mentre le guerre continuano
e il debito italiano è arrivato a 3mila miliardi
di Giancarla Codrignani, politologa, giornalista, già docente e parlamentare
il governo è sempre meno antifascista ****** Il G7 è finito senza lode e senza biasimo. La Meloni è brava nel non dire e se l’è cavata restando dalla sua parte senza parere troppo quella che è. In sostanza si sono messe sul tavolo le questioni dell’integrazione del mercato economico europeo. Letta denuncia che sono 300 i miliardi che i risparmiatori italiani vedono partire per gli Usa invece che usarli per la nostra crescita. Un elemento “suspence”: l’interesse per l’Indo-Pacifico. ****** Il Pd ha stampato le tessere 2024 (quante?) con l’immagine di Berliguer. Quale è il messaggio? Ho ancora nelle orecchie il suo allarme contro la partitocrazia. Conte non lo avrebbe nemmeno visto. Era il Pci, ma si sentiva più sicuro nella Nato: oggi qualche misura nel vendere armi l’avrebbe tenuta. ****** A proposito di armi: Crosetto dice che le armi italiane comperate da Israele tra ottobre e dicembre ’23 (13,7 mln) erano “materiali che non potevano essere usati contro i civili”. Garanzia sommaria. Dopo Usa e Germania siamo tra i primi fornitori. ****** Per fortuna c’è Prodi a dire che l’opposizione deve prendere in mano la sanità. La Schlein è la segretaria, ma gli altri debbono essere muti come spesso fanno quelli che pensano alle congiure. Il Pd è troppo esposto sul piano della corruzione elettorale (la corruzione o dei mafiosi o dei disperati) per non dover attivare l’opposizione sui temi forti. E, magari, anche sulla campagna per l’Europa (non solo sulle difficili candidature).  ****** Draghi il banchiere. Bisognerà fare il solito ragionamento non sul capitalismo, ma sull’esistenza del capitalismo: conviene che alla guida della politica economica internazionale ci sia un competente, una persona delle istituzioni democratiche o i lobbisti della destra e il mercato? ****** Il sistema radiotelevisivo pubblico deve garantire un’informazione qualificata e caratterizzata da pluralismo delle fonti, obiettività, imparzialità e fondata sul “rispetto della dignità umana. Vedi sentenza 112 del 24 marzo 1993 della Corte costituzionale. ****** Intanto su Netflix Il giovane Berlusconi una serie in tre puntate. Per educare i giovani che non hanno bisogno di conoscerlo….. ****** L’Europa non ha “il lusso di poter rinviare le decisioni”. Quali? “un cambiamento radicale”, “una ridefinizione della nostra Unione”, senza aspettare “la modifica dei Trattati che richiede l’unanimità. Se qualcuno non ci sta deve essere lasciato indietro”. Perché l’Europa deve unificare la politica finanziaria, fiscale, energetica, ambientale, la difesa, uno strumento strategico per coordinare le economie: la visione federalista (l’intervento di Draghi ****** Meeting a Bruxelles (il sindaco non lo voleva) dei sovranisti europei e americani. C’è andato il cardinal Gerhard Müller, noto contestatore del Vaticano II, che è intervenuto per dire che Biden va scomunicato (è abortista) e papa Francesco è eretico. ****** L’Iran degli ayatollah: è appena avvenuta la “vendetta” dei pasdaran: migliaia di missili respinti anche da Usa e alleati contro Israele che aveva compiuto un attentato nel consolato iraniano di Damasco uccidendo militari di alto livello. Diciamo prima che Israele rivendichi anche questo oltraggio. L’Iran ha precisato che, da parte sua, riteneva rispettate le regole della retaliation. Diciamo che, per essere l’Iran, se l’è cavata elegantemente? Non vuole essere causa della terza guerra mondiale. Se Israele alza il tiro, abbiamo registrato che non sarà colpa dell’Iran. Ma Israele vuole vendicarsi della vendetta. ****** L’Iran degli ayatollah si è vista piovere un tot di missili senza danni. E’ tornato a dire che “non è successo niente” e non intende ricominciare il gioco. Ha le ragioni interne a cui badare, ma come effetto non replica la vendetta se non con le parole (“se arrivo, arrivo con mezzi inauditi”) e lascia la palla a Israele. ****** Incomincio a pensare come gli studenti: l’Università non è il governo, ma suppongo che non inviterebbe uno scienziato palestinese a tenere una lezione, suppongo che riceva sussidi dallo Stato: dovrebbe prendere posizione come gli artisti al padiglione israeliano a Venezia. Forse voterei contro anche io: la scienza e l’arte sono salvifici, non indifferenti ****** L’Onu ha proposto un seggio paritario allo Stato palestinese: gli Usa avvertono del loro “no”. Allora che cosa significa dire “due Stati”? ****** Qualità dei droni. Nati militari sono passati ad Amazon e alle foto aeree, ma la famiglia non l’abbandonano: tutti chiedono “qualità”. Infatti ci piacciono i droni intelligenti, che memorizzano la foto del destinatario e l’indirizzo. Ogni tanto mi capita di trovare in casella una busta indirizzata alla vicina: anche il portalettere sbaglia. ****** I negoziati di pace di Gedda: che pace? Si tratta del Sudan in guerra prevalentemente civile – nel ’23 contrapposizione forze armate vs forze paramilitari, governo diviso, fazioni islamiste, 17.000 morti – su proposta Arabia S., Usa, gran Bretagna, Norvegia per una tregua necessaria: sono 8 mln. i profughi interni, ma il peggio è la fame. Previsto mezzo milioni di morti entro due mesi. ****** Birmania: Aung San Suu Kyi, premio nobel per la pace e presidente eletta della Birmania nel 2021 è stata deposta e incarcerata da un golpe militare che ha continuato ad opprimere il paese attualmente in lotta di resistenza. Il governo le ha concesso i domiciliari per l’eccesso della temperatura. Riflettiamo: a) sulle dittature, b) sulla selezione delle informazioni sulle guerre, c) sulla questione ambientale. ****** A proposito la questione ambientale. A metà aprile a Dubai piogge torrenziali, le strade allagate e le macchine con le ruote immerse. Rau e Oman sott’acqua!!!! ****** vignetta ormai troppo pubblicata: Vespa discute l’aborto solo fra uomini. Perché sugli altri argomenti?
 IL PATRIARCATO GLOBALE In Gambia il governo vuole ritirare la legge che vieta la mutilazione sessuale delle bambine. Il costume la pratica anche pochi mesi dopo la nascita: il piacere deve essere diritto solo dell’uomo .
(Visited 10 times, 1 visits today)

Lascia un commento