Vai al contenuto

Covid. Ancora una volta

E’ necessario superare in fretta un minimalismo che sembra inazione. 

E’ l’unica risposta ad ogni critica.

di Davide Ferrari *

Ancora una volta chi, come noi di “Pandemia temi” (Pandemia TEMI), ha difeso, con le proprie modeste capacità di studio e analisi una idea rigorosa della intera vicenda della pandemia, si ritrova con dolore ad avere ragione.

Oggi, dopo un lungo periodo nel quale i nostri post restavano isolati o quasi, sottoposti a critiche in nome di un generico ottimismo, oppure piu’ sinceramente del primato della ripresa economica, rischiamo, in nome dell’obiettivita’ e di una identita’ realmente riformista, che è nostra, di essere tra i pochi che non vogliono criticare tutto e tutto distruggere.

Chi difendeva tutto, sbagliando, oggi critica indistintamente.

Certo così non si puo’ andare avanti. Attenzione, se cade il primato morale dello schieramento progressista, quello di aver voluto difendere vita e salute innanzitutto, cade tutto.

Superare in fretta inazione e minimalismo appare necessario.

Se si farà saremo in prima fila contro ogni qualunquismo, anche se provenisse da vicino, vicinissimo.

Abbiamo scritto oggi, in un post precedente, alcuni punti, persino banali ma che segnerebbero una svolta coraggiosa.

Proviamo a riscriverli.

Quello che vi trovate scritto può avere mille limiti, ma quello che non vi trovate scritto non è assente per caso.

… OGNUNO FACCIA IL PROPRIO DOVERE SULLA BASE DI QUELLO CHE ORMAI SI SA SULLA PANDEMIA, SU OMICRON E SU DELTA

… I TEST RAPIDI E IMPRECISI NON SIANO USATI PER RIMANDARE A SCUOLA RAGAZZI POTENZIALMENTE INFETTI

… I VACCINI SIANO ASSUNTI DA TUTTI PERCHE’ AIUTANO A ”PASSARE” MEGLIO LA MALATTIA E QUASI SEMPRE A NON MORIRE, SE VI PARE POCO…

… NON SI METTA TUTTA LA LOTTA AL COVID SULLE SPALLE DEI VACCINI, I TEMPI DELLE VACCINAZIONI SONO COMUNQUE LUNGHI E COMPLESSI, BISOGNA RIDURRE IN OGNI MODO LA DIFFUSIONE DEI CONTAGI, INTERROMPENDO MIRATAMENTE ATTIVITA’ PER TUTTI, NON SOLO PER I NON VACCINATI…

… ATTREZZARE SUBITO NUOVI CENTRI DI TRACCIAMENTO E ANALISI, IMPIANTARE OSPEDALI DI EMERGENZA E ASSUMERE MEDICI ED INFERMIERI DISPONIBILI A CONTRATTO PER REGGERE L’EMERGENZA, IN TUTTA ITALIA, MA SUBITO, INVECE DI FARE CHIACCHIERE SUL RAFFREDDORE E SULL’IMMUNITA’ DI GREGGE

… DECUPLICARE LE SQUADRE USCA, MEDICI ED INFERMIERI DISPONIBILI A VISITARE A CASA GLI AMMALATI

…RILANCIARE UNA COMUNICAZIONE CORRETTA E COMPLETA, SENZA TACERE PER PAURA DI ALLARMARE, DISTINGUENDOSI, CON CHIAREZZA, NON SOLO DA NOVAX E SIMILI, MA DA QUEGLI ”OTTIMISTI” CHE GIA’ LO SCORSO ANNO DICEVANO CHE IL COVID STAVA FINENDO, PER COPRIRE CON LA LORO DUBBIA SCIENZA, INAZIONI ED INTERESSI.

Vi sembra troppo poco? Ogni punto richiede in realtà molto e molto farebbe ottenere.

Vi sembra troppo ? L’urgenza è tale che ogni giorno ci fa divorare il precedente, comprese le sue convinzioni.

Raffaele Donini Gianni Cuperlo Luigi Tosiani Federica Mazzoni Andrea De Maria Michele Mezza Roberto De Vogli Marco Gerdol Francesco Luchetta Paolo Trande Fondazione Duemila Donata Lenzi Luca Grasselli Francesco Domenico Capizzi Giuseppe Giliberti 

*coordinatore di “Casa dei pensieri”

(Visited 12 times, 1 visits today)

Lascia un commento