Tutti dovremmo dire grazie a David Sassoli!

di Gabriella Galletti*

È l’aprile del 2021

Sono giorni roventi, dopo che l’Unione europea ha varato nuove sanzioni alla Russia per il caso Navalny.

Vladimir Putin, per tutta risposta, ha appena chiuso le porte a una lista di otto alte personalità europee, tra cui anche il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli, giudicato da Mosca “persona non grata”.

La risposta di Sassoli, allora, è semplicemente monumentale.

“A quanto pare, non sono il benvenuto al Cremlino. Lo sospettavo un po’. Nessuna sanzione o intimidazione fermerà il Parlamento europeo o me dalla difesa dei diritti umani, della libertà e della democrazia. Le minacce non ci zittiranno. Come ha scritto Tolstoj, non c’è grandezza dove non c’è verità”.

Non esiste riconoscimento migliore in vita che essere considerato “persona non grata” da Putin.

Non esistono parole più chiare per raccontare cos’è (o cosa dovrebbe essere) l’Europa.

Credo che tutti dovremmo dire grazie a quest’uomo


* segretaria di OdV  “SCIENZA MEDICINA ISTITUZIONI POLITICA SOCIETA’”  www.smps.org 

Lascia un commento