Vai al contenuto

Alla Terra nessun credito

  • di

Al pianeta nessuno fa credito

da “Il Giorno”

Qualche leader politico poco illuminato, in Usa, India, Cina e altri Paesi, sostiene ancora che l’emergenza climatica sia una bufala. Eppure è scattato ieri l’Earth Overshoot Day, ovvero il giorno sul calendario che indica l’esaurimento ufficiale delle risorse rinnovabili che il nostro Pianeta è in grado di offrire nell’arco di un anno. Un giorno prima dell’anno scorso, ma va ancora bene. Negli ultimi tempi, questa inquietante scadenza è stata sempre più anticipata (con una eccezione per il 2020, anno della pandemia) indice del fatto, come segnala il Wwf, che stiamo consumando l’equivalente di 1,6 pianeti all’anno. Cifra che dovrebbe salire fino a due pianeti entro il 2030, in base alle tendenze attuali. Un po’ come dire – se la Terra fosse un uomo – che il tizio spenderebbe entro fine agosto quello che avrebbe guadagnato da gennaio a dicembre. Con una differenza. Il tizio può sempre sperare in un mutuo. Alla Terra nessuno, fra un po’, potrà fare credito.

Enrico Fovanna

(Visited 10 times, 1 visits today)

Lascia un commento