Vai al contenuto

“In attesa del Regno, il cristianesimo alla svolta dei tempi”: un nuovo libro di Giancarlo Gaeta

  • di

Quodlibet casa editrice

Giancarlo Gaeta

In attesa del regno

Il cristianesimo alla svolta dei tempi

L’autore raccoglie in questo volume brevi studi e riflessioni intorno

a ciò che ne è del cristianesimo alla svolta del millennio,

nel convincimento che esso esca in frantumi dal lungo e duro

confronto con la modernità, impossibilitato a proporsi ancora

nelle forme istituzionalizzate che ne hanno lungamente garantito

ruolo storico e potere.

Di fatto già da tempo si vive «dopo Cristo», in senso opposto a

quello che aveva segnato la «svolta dei tempi» annunciata da Paolo.

La vita sociale che si è affermata ovunque prescinde oramai dal

modo di essere cristiano, e al cristianesimo tocca perciò misurarsi

con una nuova imprevista svolta, che gli impone di sperimentare

altre vie e plurali per attestare credibilmente la fede evangelica.

Di questa contraddittoria situazione, misurata sul tempo che

dal dopo Concilio giunge ai giorni nostri, Gaeta coglie alcuni tratti

salienti, puntando l’attenzione ora su figure che nel Novecento

hanno avvertito per tempo la crisi, ora sulla politica ecclesiastica

degli ultimi Pontefici, ora sul venir meno dell’istanza religiosa

nella società e, in conclusione, su qualche attestazione di una spiritualità

cristiana laicamente vissuta.

Giancarlo Gaeta, già docente di Storia del cristianesimo antico, è autore di un’edizione

commentata dei Vangeli pubblicata nei Millenni Einaudi nel 2006. Tra i suoi

lavori recenti si segnala la raccolta di scritti Le cose come sono. Etica politica religione

(Scheiwiller, 2008), il saggio Il Gesù moderno, col quale ha preso posizione nel dibattito

intorno alla ricerca sulla vita storica di Gesù (Einaudi, 2009), e Il tempo della

fine. Prossimità e distanza della figura di Gesù (Quodlibet, 2020). Presso questo stesso

editore è apparso nel 2018 Leggere Simone Weil, una raccolta di studi dedicati alla

pensatrice di cui ha curato l’edizione delle opere, pubblicate per lo più da Adelphi.

(Visited 47 times, 1 visits today)

Lascia un commento