Vai al contenuto

Consumatori insospettabili di cocaina e alcoolici

  • di

Consumatori insospettabili di cocaina e alcoolici

Hanno dai 30 ai 50 anni, lavoro, famiglia e livello di istruzione medio-alto. I dati dell’Osservatorio sulle dipendenze dell’Azienda Usl di Bologna

Cocaina e abuso di alcol Consumatori insospettabili

Osservatorio sulle dipendenze dell’AUSL di Bologna, Il Resto del Carlino

Sono i consumatori di cocaina e alcol ‘insospettabili’: hanno dai 30 ai 50 anni, un lavoro fisso, una famiglia, un livello di istruzione medio-alto e fino a un certo punto riescono a gestire tutto, poi non ce la fanno più e si rivolgono ai servizi dell’Ausl di Bologna. Lo scorso anno sono stati 2.400 (2.000 per l’eccessivo consumo di alcol, 400 per quello di cocaina).

I dati emergono dall’ultimo report dell’Osservatorio per le dipendenze patologiche dell’Azienda Usl bolognese che evidenzia come nel 2022 sia tornato ad aumentare nel 2022, sotto le Due Torri, il numero di consumatori di sostanze psicoattive legali e illegali, in particolare alcol e cocaina. Una crescita dei casi registrati dai servizi sanitari che fa seguito al calo degli ultimi due anni (il numero è comunque ancora inferiore rispetto al picco del 2019). In tutto si parla di 5.092 soggetti, di cui 1.284 nuovi casi e sono in crescita soprattutto i consumatori di più sostanze, assunte in molti casi anche insieme: alcol e cocaina, cocaina e oppioidi, cannabis e alcol. Sembra quindi esserci una polarizzazione intorno alla cocaina. Per quanto riguarda le sostanze illegali è in aumento il numero di nuovi utenti Serd, il Servizio per le dipendenze: 311 nel 2022, 295 nel 2021 e il numero di accessi al Pronto Soccorso (1.391 nel 2022,1.278 nel 2021). Per l’eccessivo consumo di alcol i nuovi accessi sono 202 nel 2022, 180 nel 2021) ma diminuiscono quelli al Pronto soccorso per intossicazioni alcoliche acute (1.530 nel 2022, 1.661 nel 2021).

Dalla ricerca emerge ancora una volta la crescita del cosiddetto consumo socialmente integrato. Ossia di persone che si rivolgono ai servizi perché hanno problemi con le sostanze pur conducendo una vita regolare con lavoro, casa, famiglia e scolarità medio-alta, non essendo quindi ai margini della società. Due sono le cause. “Si è allargata la fascia di persone che consumano le sostanze e più aumenta questo numero, più aumenta la quota di persone che possono avere problemi. Rispetto alla fascia degli under 18, siamo abbastanza contenti dei dati, il fianco scoperto è la fascia 18-24 anni la nostra attenzione si sta polarizzando su di loro.

(Visited 18 times, 1 visits today)

Lascia un commento