Vai al contenuto

Utilizzare carbonio da fonti alternative piuttosto che da fonti fossili

  • di

di Luigi Campanella, professore emerito nell’Università la Sapienza di Roma

La Renewable Carbon Initiative ha pubblicato un Report sull’Utilizzo del Carbonio come materia prima,dal quale emerge che i 2 volti della Chimica hanno anche una proiezione più limitata,ma altrettanto importante ai 2 volti del carbonio.È questo un elemento di cui abbiamo imparato a conoscere la pericolosità quando emesso in atmosfera come CO2,gas serra,ma che rappresenta un costituente fondamentale per la produzione in settori chiave della ns società,come quello dell’alimentazione,della plastica,della materia organica.Dinnanzi a questa prospettiva nasce spontanea la necessità di utilizzare carbonio da fonti alternativie piuttosto che da fonti fossili (petrolio,gas,carbone)in una logica di defossilizzazione del carbonio e di ciclo sostenibile di questo elemento.Si tratta di sostituire al carbonio fossile il carbonio da biomassa,da CO2,da riciclo.I dati di partenza,quelli attuali  forniti dal Report  parlano ad oggi per il carbonio organico come materia prima di un 63% di carbonio fossile,un 35% di carbonio da biomassa ed un 2% da riciclo.Per il futuro,vista la difficoltà di aumentare la biomassa per la limitata disponibilità di aree agricole e per il rischio di perdita di biodiversità,si punta sul riciclo e sulle tecnologie di cattura,diretta o indiretta, della CO2 emessa da fonti fossili o da punti biogenici

(Visited 29 times, 1 visits today)

Lascia un commento