Vai al contenuto

Lo screening per il tumore al polmone allunga la vita

  • di

Lo screening per il tumore al polmone allunga la vita

Cancer’, rivista dell’American Cancer Society ONCOLOGIA, REDAZIONE

Il carcinoma polmonare è la principale causa di morte per cancro nel mondo e nella maggior parte dei casi viene scoperto quando ormai è in stadio avanzato. Ci sono raccomandazioni secondo cui gli adulti di età compresa tra 50 e 80 anni, che fumano almeno 20 pacchetti all’anno o che hanno smesso di farlo entro i 15 anni precedenti, dovrebbero sottoporsi ogni anno a esami imaging per la diagnosi precoce di tumore al polmone. Diversi trial clinici hanno confermato l’utilità di questo tipo di screening, ma i dati di real-life sono limitati. Da qui l’idea di valutare l’impatto effettivo del programma tra i pazienti seguiti dalla Veterans Health Administration, il sistema di assistenza sanitaria attivo negli States rivolto ai veterani, che avevano ricevuto una diagnosi di cancro ai polmoni nel periodo 2011-2018. Su un totale di 57.919 assistiti colpiti dal tumore, 2.167 (3,9%) erano stati sottoposti a screening prima della diagnosi. Ebbene, fra questi ultimi sono stati osservati tassi più alti di diagnosi precoce (52% di casi in stadio I, rispetto al 27% tra il gruppo non screenato), nonché tassi più bassi di morte per qualsiasi causa (49,8% contro 72,1%) e di morte per cancro (41% contro 70,3%) in 5 anni.

(Visited 22 times, 1 visits today)

Lascia un commento