Vai al contenuto

Sole: “Mettere creme SPF come fosse un lavoro”

  • di

“Mettere creme SPF come fosse un lavoro”

Applicare i filtri solari ogni 2 ore e quando si esce dall’acqua. I bambini invece meglio vestirli che coprirli di crema

Autore: Carlotta Di Santo Dire sanità


Rughe o macchie sulla pelle, ma anche problemi più gravi, come i tumori cutanei: con l’arrivo dell’estate, in spiaggia ma anche in città, la nostra pelle, e ancora di più quella dei bambini, va protetta e ricoperta di maggiori attenzioni. Ecco i consigli giusti:

“In estate i pazienti si devono preparare per evitare i danni da esposizione solare. Non vogliamo che le persone rimangano chiuse in casa o solo sotto gli ombrelloni, ma devono sapere che se si espongono al sole vanno incontro a tutta una serie di fattori di rischio per inestetismi, come rughe o macchie, ma soprattutto per patologie come i tumori cutanei, penso al basalioma che generalmente si sviluppa nelle aree cutanee esposte al sole, specialmente viso, testa e collo. Per cui bisogna sempre usare i filtri solari, che vanno applicati ogni 2 ore, più spesso quando si suda e ogni volta che si esce dall’acqua.

(Visited 41 times, 1 visits today)

Lascia un commento