Vai al contenuto

31 maggio 2023 giornata mondiale per il superamento del tabagismo: intanto  “SCONSIGLIAMO A CHICCHESSIA TABACCO BRUCIATO , RISCALDATO E SIGARETTA ELETTRONICA !”

  • di

31 maggio 2023 giornata mondiale per il superamento del tabagismo: intanto  “SCONSIGLIAMO A CHICCHESSIA TABACCO BRUCIATO , RISCALDATO E SIGARETTA ELETTRONICA !”

Dossier PM prima edizione 30 maggio 2023

di Vito Totire*

Con azioni propagandistiche assillanti e tentativi ipnotici PM cerca di piazzare la sua merce ovviamente a fini di profitto privato ; il ceto politico locale e nazionale si è genuflesso ; CONFINDUSTRIA ha additato la magnifica impresa come foriera di occupazione e progresso (una volta un certo ceto politico vagheggiava il sol dell’avvenire : è rimasta una nuvoletta di vapore); il primo a genuflettersi fu l’on. Renzi che disse “già un milioni di giapponesi usano il tabacco riscaldato…”; certo i toscani che mangiano la ribollita sono forse più numerosi ma la ribollita è senz’altro più salubre…

La politica di PM cerca di essere accattivante : ammicca agli artisti, dichiara parità di genere, rispetto dell’ambiente , garanzie di welfare, attenzione alla salute pubblica ; ma su questo ultimo punto i conti non tornano, come adesso vedremo; sulla salute gli slogans sulla economia circolare si sprecano ovunque ma emergono contraddizioni; secondo la Repubblica (inserto del lunedì Affari e finanza) una multinazionale del tabacco ha investito sulla cura della bpco (bronco pneumopatia cronico ostruttiva) ; cioè ha investito su una malattia alla cui eziologia concorre fortemente proprio il fumo di sigaretta; ma per coerenza con la dichiarata strategia di economia circolare il cerchio dovrebbe essere chiuso e quindi occorrerebbe che questa azienda investisse anche sulle pompe funebri, appunto per chiudere davvero il cerchio; se poi lo fa già (non possiamo escluderlo)  certo non aveva l’ obbligo di dircelo;

una sola volta PM ha abbandonato la propaganda ipnotico/colonialista ed ha parlato chiaro  ; lo ha fatto in un contesto che per noi del movimento del 1977 ha un significato particolare : l’ultimo meeting di “Comunione e liberazione”, dal cui palco un dirigente di PM ha parlato di “innovazione”,  trasferimenti  di nuove tecnologie ed altre facezie , il tutto insediato in un sito che PRIMA DELLA PM ERA UN CAMPO DI STERPAGLIE !

Non che noi partecipiamo alle adunate di CL ma è capitato di ascoltare accendendo casualmente Radio radicale.

Vediamo la situazione più in dettaglio:

  • attraverso centri di ricerca “indipendenti” (?) alcune multinazionali (non solo dunque PM)  portano avanti un discorso di “riduzione del danno” ; sensibili alle sofferenze del tabagista in astinenza che ricade nel fumo di sigaretta propongono un succedaneo (come si fa col metadone in sostituzione dell’eroina da strada) ; il succedaneo sarebbe “ a impatto sanitario potenzialmente ridotto” ; non si tratta dunque , a quanto dichiara il produttore, di una merce meno nociva ma solo  “potenzialmente” meno nociva; una terminologia nuova anzi estranea a quella in uso nella comunità scientifica (anche se noi non siamo censori di neologismi)  , terminologia che tradotta appunto in termini scientifici equivale a dire “io speriamo che me la cavo” ; ora ammesso che la nuova merce sia meno nociva della precedente occorre approfondire
  • È meno nociva per tutti ? o solo per alcuni? Per gli acetilatori enti o per gli acetilatori veloci o per entrambi o , ancora, in relazione ad altre variabili genetiche? La questione degli acetilatori , con le sue implicazioni etniche, è ben nota ma la approfondiremo in altra sede
  • In sostanza se il tabagismo storicamente e materialmente inteso ha fatto 5.000.000 all’anno sul nostro pianeta con previsione di arrivare a 8.000.000 entro il 2030 , quanti sarebbero i morti conquistando tutti i consumatori al tabacco riscaldato o alla sigaretta elettronica  ? PM ha fatto una previsione ? per quel che ci riguarda stiamo lavorando sul piano della ricerca epidemiologica
  • Gli orientamenti della comunità scientifica coincidono con le percezioni dei consumatori di tabacco riscaldato (che intervistiamo costantemente anche per strada) : la “nuova merce” non è innocua; è solo “meno” nociva , ma se e quanto meno ?
  • Se la ipotesi a favore della liceità di produrre e commercializzare sigarette elettroniche e tabacco riscaldato è la “riduzione del danno” vanno fatte alcune osservazioni : a) si può smettere di fumare senza procrastinare la dipendenza da nicotina b) numerose osservazioni indicano che la “merce” viene usata non solo per la ipotesi di riduzione del danno ma anche da consumatori ex-novo, IN PARTICOLARE GIOVANI ; non è un caso che in Australia si è deciso di subordinare l’acquisto del tabacco riscaldato a certificazione medica che ne proponga l’uso in un effettivo percorso individuale di riduzione del danno; IN ITALIA NO : basta comprare (GLI AFFARI SONO AFFARI)

Le nostre proposte :

  • Piano mondiale per la eradicazione del tabagismo
  • Supporto della sanità pubblica alle persone tossicodipendenti con strategie radicali che rendano meno appetibili merci con (dichiarato/presunto) impatto potenzialmente ridotto
  • Corsi per smettere di fumare gratuiti per tutti
  • Eradicazione della coltivazione di tabacco con relativo risparmio di acqua , pesticidi, sprechi energetici; PM ha fatto accordi per ridurre il consumo di acqua del 20% , ma c’è un modo per ridurre de 100% …
  • La campagna “cambia gesto” , una altra perla della strategia delle multinazionali del tabacco; non è più semplice “eliminare il rischio e il rifiuto alla fonte” piuttosto che disseminare il pianeta di cicche ? SAREBBE PIU’ INTERESSANTE INTRODURRE LA NORMA PER CUI SE VUOI ACQUISTARE SIGARETTE DEVI CONSEGNARE UN NUMERO EQUIVALENTE DI MOZZICONI !
  • Chiusura dello stabilimento PM in provincia di Bologna con garanzia di reddito per i lavoratori : quanta emissione di CO2 (ed altro ?) risparmieremmo alla ridente Valsamoggia ?
  • Rinaturalizzazione del sito : rispondere alla provocazione fatta dal dirigente PM davanti al suo compiacente e acritico uditorio  ; MEGLIO UN CAMPO DI STERPAGLIE !!! IN TEMPI DI IMPATTO ALLUVIONALE ! hanno cementificato il territorio e chiedono pure di essere ringraziati ! Grazie di averci portato il “progresso” , ne facevamo volentieri a meno…
  • Il tabagismo non è una “colpa individuale” ma è, quantomeno molto spesso, una reazione al distress , anche lavorativo; DA DECENNI CERCHIAMO DI ARGOMENTARE LA QUESTIONE  ALLA ATTENZIONE DEI GIUDICI QUANDO SI DISCUTE DI MALATTIE PROFESSIONALI ; è una reazione a costrittività sociali e relazionali  e come tale va gestito : vedi riscontri sulla incidenza del tabagismo tra gli operatori sanitari (seminario Regione E-R 31.3.2023) , fortemente correlato al distress differenziato tra i vari reparti ospedalieri !
  • C’è infine un problema “politico” che dobbiamo affrontare con i consumatori e in particolare (ma non solo) con i lavoratori peraltro speso esposti ad ulteriori fattori di rischio occupazionali; il problema politico è ben focalizzato da Thomas Szasz (il mito della droga) quando dice che alla “cold turkey della pantere nere i neri americani preferivano il metadone dei bianchi” 
  • L’industria capitalistica è invasiva, mortifera , manipolatrice ; ancora oggi Il RESTO DEL CARLINO VEICOLA LA IMMAGINE DI UN MARCHIO DI SIGARETTE; INVOLONTARIAMENTE , MOLTO PROBABILE, MA PERCHE’ METTERE IL DITO NELLA PIAGA ?
  •  la situazione è chiara : si alle Black panters no a PM

Se il ceto politico si è genuflesso (abbiamo sentito qualche voce critica solo da soggetti extraparlamentari) ciò non induca PM a ritenere che siamo un po’ tutti “fessacchiotti” e a continuare con la sua strategia propagandistica .

Oggi , in vista del 31 maggio 2023, dichiariamo aperta la campagna :

chiudere PM o riconversione radicale (… VERSO erbe officinali ?!)

Invitiamo i critici, gli “onesti” , chi ha a cuore la salute pubblica a sostenere questa campagna che è solo all’’inizio.

Sta prendendo forza un “nuovo movimento operaio e dei lavoratori” che VUOLE NON SOLO CAMBIARE IL MODO MA ANCHE L’OGGETTO DELLA PRODUZIONE ANCHE PER SCONGIURARE IL RISCHIO DI CATASTROFE PLANETARIA

Ovviamente , non abbiamo “detto tutto” ma intanto  “SCONSIGLIAMO A CHICCHESSIA” TABACCO BRUCIATO , RISCALDATO E SIGARETTA ELETTRONICA !

*Vito Totire, medico del lavoro, portavoce RETE NAZIONALE LAVORO SICURO

Copromuovono la campagna : AEA-ASSOCIAZIONE ESPOSTI AMIANTO, CIRCOLO “CHICO” MENDES, CENTRO PER ‘ALTERNATIVA ALLA MEDICINA E ALLA PSICHIATRIA F.LORUSSO, associazione ANTROPOLOGIA IN MOVIMENTO, LEGA ANIMALISTA DI FERRARA, associazione EPIDEMIOGIA CRITICA-EPODEMIOLOGI SCALZI  JOHN SNOW

Bologna, 30.5.2023

Per adesioni alla “campagna”: vitototire@gmail.com

(Visited 28 times, 1 visits today)

Lascia un commento