Vai al contenuto

Nel mondo quasi un bambino su tre, circa 663 milioni, vive in povertà

  • di

Diritti dei bambini

In tutto il mondo, quasi un bambino su tre – circa 663 milioni – vive in povertà. Di questi, circa 385 milioni vivono in condizioni di estrema povertà, lottando per sopravvivere con meno di $ 1,90 al giorno.

I bambini, in particolare i bambini piccoli, hanno maggiori probabilità di vivere in povertà rispetto agli adulti. Sono anche più vulnerabili ai suoi effetti. La povertà priva i bambini delle cose di cui hanno più bisogno per la sopravvivenza e lo sviluppo come l’alimentazione, l’educazione, i servizi sanitari, l’acqua e l’igiene.

Man mano che i bambini crescono, le conseguenze della povertà si aggravano, causando un enorme tributo al loro benessere e alla loro capacità di costruire un futuro migliore per sé stessi, le loro famiglie e le loro comunità.

Protezione contro la povertà

La Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, all’articolo 27 prevede che a tutte le bambine e a tutti i bambini venga riconosciuto un livello di vita sufficiente per consentire il suo sviluppo fisico, mentale, spirituale, morale e sociale.

Per due bambini su tre, la protezione sociale rimane fuori portata. Quasi due terzi dei bambini in tutto il mondo non sono protetti dalle conseguenze a lungo termine della povertà. Per i bambini colpiti da crisi umanitarie, le sfide si intensificano. Conflitti prolungati, violenza e cambiamenti climatici aggravano la povertà e la disuguaglianza, costringendo coloro che hanno il minor numero di risorse a sostenere il peso maggiore.

Il primo dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile stabiliti dalle Nazioni Unite prevede di porre fine a tutte le forme di povertà in tutto il mondo entro il 2030.

I bambini sono più a rischio povertà degli adulti e più vulnerabili ai suoi effetti. Per le bambine e i bambini, la povertà può durare tutta la vita.

Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia

Per ogni bambina e bambino una giusta opportunità

Agli occhi di un bambino, la povertà non è solo mancanza di denaro. Molto spesso i bambini vivono la povertà come mancanza di alloggi, istruzione, alimentazione, acqua o servizi sanitari. La negazione di questi diritti di base si traduce spesso in mancanze che non possono essere facilmente colmate in seguito nella vita.

Anche quando non si tratta di privazioni materiali, avere opportunità più povere in una qualsiasi delle precedenti condizioni può limitare le possibilità di realizzare le proprie aspirazioni future. Ciò si traduce in una perdita di potenziale non solo per i bambini stessi ma per l’intera società. Per questo il lavoro dell’UNICEF affronta le diverse dimensioni della povertà (approccio multidimensionale).

(Visited 6 times, 1 visits today)

Lascia un commento