Scuola/educazione

La scuola educhi alla bellezza

  • di

Francesco Provinciali * – 11.09.2021 Se qualcuno si cimentasse nel compito di raccogliere il glossario degli acronimi, delle sigle, e dei neologismi della scuola 4.0 ne uscirebbe un tomo ponderoso, forse un manuale d’uso (da aggiornare in continuazione) costruito su un linguaggio sincopato per gli addetti ai lavori che servirebbe… Leggi tutto »La scuola educhi alla bellezza

Tra pressapochismo delle informazioni e condizionamenti delle fake news

di Francesco Provinciali Secondo il Prof Ruben Razzante – docente di Diritto dell’informazione all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e al Master in giornalismo dell’Università Lumsa di Roma – “si è avuta l’impressione, soprattutto dopo la prima ondata del Covid, che il ‘Festival della virologia a reti unificate’, alimentato in modo… Leggi tutto »Tra pressapochismo delle informazioni e condizionamenti delle fake news

Ecologist Italia – in difesa della Casa Comune

L’8 luglio si è svolto il terzo incontro del circuito interdisciplinare di Ecologist Italia. Il Laboratorio desidera costruire un circuito di confronto scientifico, non ideologico, in collegamento con tutte le realtà attualmente già operative in Italia.Sono state proposte alcune macroaree, da non intendersi come contenitori rigidi, bensì strumenti di orientamento… Leggi tutto »Ecologist Italia – in difesa della Casa Comune

Non fumare la tua vita ….

Immagine Commons License da Wikipedia Questa pagina ha l’obiettivo di offrire una serie link a risorse utili per lo sviluppo della prevenzione rispetto ai rischi per la salute derivanti dal tabagismo. La pagina sarà aggiornata con la segnalazione di nuovi Rapporti, Atti di Convegni ed eventi riguardanti queste forme di dipendenza.… Leggi tutto »Non fumare la tua vita ….

Beati i primi

La nostra cultura è stata imbevuta dal concetto di competitività in ogni sua sfaccettatura; ogni adulto lo respira ovunque, sul lavoro, sui giornali, sulle riviste del benessere, poi lo passa ai figli. Che cosa è tracimato, di tutto questo, nella percezione comune della scuola? E, dopo questo bagno di agonismo di mercato, cosa è diventata la scuola italiana? È ancora aderente al dettato costituzionale o è divenuta altro, un luogo ostile dove vige il principio “beati i primi”? Un luogo dove la pietà umana è sospesa, nel consenso generalizzato, e dove, per poterne ricevere in deroga, è necessario essere dichiarati “malati”? Qual è il conto che tutto questo ci presenterà in termini di salute mentale?

Da Peppe Sini responsabile del: “Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera” di Viterbo

Autore Peppe Sini – Viterbo, 8 luglio 2020. Un appello ancora attuale. Gentilissime e gentilissimi componenti della “Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani” del Senato della Repubblica,vorremmo sollecitare la vostra attenzione e il vostro impegno a sostegno della proposta di un atto legislativo finalizzato alla… Leggi tutto »Da Peppe Sini responsabile del: “Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera” di Viterbo

Quali sistemi pubblici?

Autrice: Silvia Lolli insegnante di educazione fisica scuole di secondo grado. 5 marzo 2021 Mi ero ripromessa di non scrivere più articoli di carattere politico, cioè di non esternare più opinioni, perché nella melassa informativo-partitica italiana le opinioni si perdono, non servono, quando va bene possono contribuire a dare solo… Leggi tutto »Quali sistemi pubblici?

Educazione civica, una occasione persa

Saper regolare i propri processi emotivi e il proprio comportamento non è una competenza più di quanto non lo siano masticare, deglutire o sorridere. Non si apprende a masticare né a sorridere, semplicemente si abilita e si esercita una funzione della mente incarnata e relazionale. È su quella funzione che successivamente le competenze sociali e civiche specifiche di una società possono essere costruite. In ultima analisi l’unica chiave di volta che sorregge l’autorità o, se si preferisce, l’autorevolezza dell’adulto rispetto a bambini e adolescenti è il fatto che essi sentano di avere un posto nei suoi pensieri, ovvero la presenza di un legame. Allo stesso modo le competenze sociali e civiche sono il risultato di esperienze, assai più che di insegnamenti espliciti. E queste esperienze sono, ancora una volta, fondate su condivisione e legame.