Vai al contenuto

malessere sociale salute

VINCERE

La nostra civiltà pare destinata a popolarsi di masse di individui malformati dentro, impauriti, carichi di odio e di impulsi di rivalsa, afflitti da un vasto senso di perdita e di depauperamento. Desiderosi, semplicemente, di agire la propria distruttività. Non odiano qualcuno, odiano tutto, perfino sé stessi. Anzi, all’odio di sé sono stati educati proprio dal loro mondo. Si odiano perché non sono eccellenti, non sono primi, si odiano perché sono dei perdenti. Ora, nella propaganda guerresca di questi mesi, vediamo dispiegarsi in tutta la sua potenza la retorica del vincere. Non si parla più di pace, si parla di vincere. Schiacciare l’avversario. Annientare.
Noi italiani stiamo abbarbicati alla nostra amata Costituzione, che merita peraltro tutto il nostro amore, ma non ci rendiamo conto che essa, per le nuove generazioni, parla una lingua che nemmeno in sogno esse possono comprendere. E non la comprendono più nemmeno troppi nostri politici. Conservatori, progressisti, destra, sinistra… categorie divenute ormai ciarpame rugginoso. Resta il preservare: custodire intatto, salvare da un male futuro. Un male futuro terribilmente vicino al presente.

Un’alleanza contro la schiavitù moderna

  • di

René Micallef, 20/04/2022 Uno degli aspetti drammatici e troppo spesso sottovalutato di tutti i conflitti, compresi quelli contemporanei, è l’incremento dell’esposizione di persone fragili alla tratta di esseri umani. Più in generale peraltro, e secondo una dinamica strutturale, l’enorme consistenza attuale del fenomeno della tratta su scala globale risponde a logiche… Leggi tutto »Un’alleanza contro la schiavitù moderna

Per una lettura non banale del fenomeno No-vax

Serve una lettura attenta del fenomeno No-vax/noGreenPass, poiché non possiamo illuderci: questo fenomeno crescerà, e solo la sua corretta comprensione può contribuire a modificarne le caratteristiche e a temperarne i potenziali pericoli per la salute pubblica. Etichettarli come pericolosi ignoranti untori non fa che rinserrare e rendere più numerose le loro file. Questo fenomeno rappresenta un problema reale, duro, non banalizzabile, con radici ben piantate nei fondamenti stessi della nostra attuale civiltà neoliberista. Per quanto espresse in forma persecutoria, le sue ragioni sono le ragioni di ogni cittadino di questa nostra società, e comprenderle, anziché schiacciarle sotto un marchio di infamia, è l’unica strada a lungo termine percorribile.

Cambiare la società per non ammalarsi

  • di

Cambiare la società per non ammalarsiSeminario interattivo Promosso da SMIPS e Fondazione Duemila il 9 ottobre ore 15 si celebra a Bologna il Seminario : ” Cambiare la società per non ammalarsi ” Sala Bruno Corticelli via Andreini 6 Bologna Gradita la prenotazione: redazione@fondazioneduemila.org

E’ nata una nuova sindrome?

Francesco Domenico Capizzi *  Una nuova sindrome? La sindrome conseguente a Sars-2 Covid 19: una miscellanea di poliforme e molteplici situazioni associate, potenzialmente patogenetiche, che potrebbero persistere nel tempo, anche dopo la fine della pandemia: –  Durante il confinamento i tabagisti abituali sono passati dal 23% a circa il 22% della… Leggi tutto »E’ nata una nuova sindrome?

Video della presentazione del libro:” Viaggio dentro il covid a Bologna “

Il giorno 7 giugno si è celebrata presso la sede dell’Associazione SMIPS la presentazione del libro “Viaggio dentro il Covid a Bologna” . I video dell’evento. Presentazione del libro ” Viaggio dentro il covid a Bologna  Video 1 Presentazione del libro ” Viaggio dentro il covid a Bologna Video 2… Leggi tutto »Video della presentazione del libro:” Viaggio dentro il covid a Bologna “